RIPARTI

La ricerca prodotta da Università ed Enti pubblici di ricerca pugliesi, giovani risorse umane di eccellenza e un tessuto di imprese dinamiche: sono gli ingredienti di “RIPARTI-assegni di RIcerca per riPARTire con le Imprese”​, l’iniziativa della Regione Puglia con cui si finanziano assegni di ricerca professionalizzanti per nuovi ricercatori e il loro inserimento nel sistema produttivo regionale per rispondere ai fabbisogni di innovazione delle imprese.

La Regione promuove la ricerca sviluppata dagli assegnisti e applicata all’industria, negli ambiti considerati prioritari dall’Unione europea e al servizio delle filiere produttive regionali: su questi temi, le Università e gli EPR, in collaborazione con un’impresa privata, sono chiamati a candidare i propri progetti di ricerca.

“RIPARTI”, per rendere la ricerca applicata e i giovani ricercatori un fattore di successo per le imprese pugliesi.

29 Luglio 2022

Pubblicate le linee guida per il monitoraggio e la richiesta di anticipazione

Disponibili alla consultazione le linee guida per l'avvio e l'implementazione dei progetti di ricerca, le quali forniscono indicazioni relative all'espletamento dell'attività di carattere Tecnico Scientifico, avendo come obiettivo quello di rendere chiaro e semplice lo svolgimento delle attività e agevolare, quindi, lo svolgimento del lavoro ed assicurare la piena efficacia delle attività. Al fine di ottemperare a quanto indicato nell'avviso pubblico e nell'A.U.O. sottoscritto nonché alle disposizioni previste dal Si.Ge.Co. relativamente alle previsioni e certificazioni di spesa, si forniscono linee guida in merito alle attività rendicontative nelle sue fasi di anticipazione.

5 Aprile 2022

Pubblicate le graduatorie definitive

È online l'atto di approvazione delle graduatorie definitive relative al bando "RIPARTI: assegni di RIcerca per riPARTire con le Imprese", l'iniziativa di Regione Puglia e ARTI, che finanzia assegni di ricerca professionalizzanti per nuovi ricercatori e il loro inserimento nel sistema produttivo regionale.